La politica ambientale, sociale e di governance della filiera carta grafica nel quadro del #greendeal è stata presentata in anteprima oggi, 11 febbraio, in occasione del webinar “#GREENDEAL come opportunità per la sostenibilità e la circolarità delle aziende di Federazione Carta e Grafica”.

La politica di sostenibilità della Federazione riunisce in un Manifesto gli impegni della filiera. Azioni mirate a rendere raggiungibili e concrete le strategie della Commissione europea sulla neutralità climatica al 2050, nonché per agevolare il perseguimento della maggioranza dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, come definiti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

“Nella partecipazione allo sviluppo delle relative leggi e regolamenti compatibili sotto il profilo tecnico ed economico sosterremo, al contempo, l’accreditamento dell’intera filiera presso le amministrazioni e le istituzioni finanziarie per favorire gli investimenti in un’ottica di sostenibilità e di economia circolare”, ha concluso Marchi.

L’evento, aperto e moderato dal direttore della Federazione Carta e Grafica Andrea Briganti, ha visto sostenibilità ed economia circolare al centro di un confronto tra esperti. La Project manager Elisabetta Bottazzoli ha fatto il punto sul Progetto Sostenibilità della Federazione che sta coinvolgendo e coinvolgerà le aziende, per le quali questa iniziativa rappresenta una vera “call to action” per integrare la sostenibilità nel loro modello di business. In particolare, sono stati presentati gli strumenti per una rendicontazione ambientale, sociale ed economica che risponda agli standard internazionali e alle aspettative sia di clienti e fornitori sia della finanza privata e pubblica.
Valeria Fazio, Senior Manager BDO Italia, Divisione Sustainable Innovation, ha illustrato le novità del contesto europeo in termini di regolamentazione e obiettivi di decarbonizzazione; Mara Cossu, ricercatrice capo settore sviluppo sostenibile del Ministero Ambiente, ha indicato le linee portanti della strategia nazionale di sviluppo sostenibile e gli impegni necessari al raggiungimento degli SDGs; infine, Arianna Lovera, Senior Programme Officer del Forum Finanza Sostenibile, ha presentato alle aziende gli strumenti finanziari già disponibili sul mercato per la sostenibilità dell’impresa, mettendo in risalto la rilevanza dei criteri Environment, Social and Governance (ESG).

Share This