INDUSTRIA 4.0

La Federazione Carta e Grafica ha avviato,
in collaborazione con SDA Bocconi,
un percorso di indagine volto alla creazione
di vademecum pratici su come implementare
l’Industry 4.0 sia a livello macro,
all’interno di ciascun segmento produttivo della filiera,
che a livello micro, nelle singole aziende.
Consulta il Calendario dei workshop “Preparati al futuro”
con le tappe in cui sarà possibile approfondire
le specificità del settore Carta e Grafica.

AGGIORNAMENTI

Tutti i comunicati e gli aggiornamenti della Federazione.

BOOKCITY

Per il quarto anno consecutivo la Federazione Carta e Grafica
è partner di Bookcity Milano per sostenere un evento
che promuove la lettura quale bene pubblico primario
per la formazione umana di giovani e adulti e quindi
per lo sviluppo del nostro Paese,
dove solo il 40% delle persone con 6 e più anni di età
ha letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti.

News, Eventi e Progetti

Chi siamo

AssograficiAssocarta e Acimga hanno costituito una Federazione tra le tre Associazioni Nazionali di Categoria con lo scopo di aumentare il livello di rappresentanza e di tutela di interessi nei confronti degli interlocutori istituzionali. Fanno parte della Federazione in qualità di Soci aggregati Comieco, il Consorzio Nazionale per il Riciclo di Carta e Cartone e l’Unione Industriali Grafici Cartotecnici Trasformatori Carta e Affini della provincia di Milano.

Eventi e Progetti

Marchi: “Nell’emergenza abbiamo dimostrato l’importanza della nostra filiera”

Per la prima volta online, l’Assemblea annuale della Federazione Carta e Grafica è stata celebrata il 24 giugno scorso nell’ambito della Print4AllConference-Future Factory, il grande evento di sistema che ha radunato oltre 1200 partecipanti, 400 dei quali dall’estero. Alla relazione del Presidente Girolamo Marchi, che ha tenuto il primo intervento della giornata, hanno fatto seguito approfondimenti sulle tematiche guida dell’azione della Federazione: Industry 4.0, economia circolare sostenibilità. Su quest’ultimo argomento, in particolare, è stato annunciato un progetto di accompagnamento e sostegno alle aziende che fanno capo alle Associazioni federate Acimga, Assocarta e Assografici. I particolari sono nel comunicato qui allegato.

La Federazione, attraverso la sua azione, ha raggiunto l’obiettivo di mettere in evidenza il ruolo essenziale durante i giorni più difficili dell’emergenza Covid-19 ricoperto dalla maggior parte dei settori rappresentati (carta, cartone e paste per la carta, produttori di macchine per stampa, cartotecnica e converting, aziende di stampa commerciale ed editoriale, pubblicitaria e commerciale, trasformazione di carta, cartone e imballaggio flessibile). “Un tavolo efficace per portare istanze alla Politica in forma coordinata”, ha sottolineato il Presidente Marchi.

Nel corso dell’evento Print4AllConference, che ha ospitato l’Assemblea della Federazione Carta e Grafica, Andrea Briganti, direttore generale della Federazione Carta e Grafica e di Acimga, ha annunciato le nuove date della fiera Print4All, che coinvolge la gran parte della filiera, in programma dal 3 al 6 maggio 2022 in FieraMilano. L’evento, con la notizia dell’Assemblea, è stato ripreso da tutta la stampa specializzata, di cui qui si riporta una selezione Converting, ItaliaGrafica, MediaKey.

L’Assemblea annuale della Federazione il 24 giugno in Print4All Conference

L’intera filiera della carta, della grafica e della stampa è chiamata a raccolta nell’appuntamento con la Print4All Conference – Future Factory: la Federazione Carta e Grafica ha scelto l’evento del 24 giugno per celebrare la propria Assemblea pubblica annuale, a sottolineare l’importanza di un incontro ricco di contenuti di interesse per l’intera community, che rappresenterà un’occasione imperdibile di confronto su temi come la sostenibilità e il 4.0 applicati all’impresa del futuro (qui la locandina della manifestazione).

I numeri di preregistrazione della Print4AllConference – Future Factory (cliccare qui per l’iscrizione) al 9 giugno (oltre 650 iscritti da 30 Paesi) connotano l’evento del prossimo 24 giugno come momento di riferimento per la community allargata e globale del printing, del converting e del packaging, con il coinvolgimento dell’intera industry, dai materiali e supporti, ai produttori di tecnologie e alle aziende di stampa.

La preview dello scorso 18 maggio, che ha riunito 500 partecipanti da 29 Paesi e una trentina di testate internazionali dei settori rappresentati, ha fornito un significativo panorama dei temi che saranno oggetto dell’evento.  Andrea Briganti, direttore di Acimga (insieme con Argi promotore dell’evento) e della Federazione Carta e Grafica, ha evidenziato la filosofia alla base dell’iniziativa: riunire la community internazionale del printing, del converting e del packaging, dai produttori di tecnologie ai brandowner, per affrontare insieme le sfide future del settore. A seguire, il segretario generale dell’Argi, Enrico Barboglio ha condiviso una riflessione su come il Covid-19 abbia fatto rileggere l’importanza delle connessioni, anche nell’industria della stampa.  Alice Bodreau, Global Partners Manager di Ellen MacArthur Foundation, ha illustrato alcuni passaggi necessari per passare dall’economia lineare a quella circolare. Infine, Fabrizio Renzi, President & CEO rnbgate rnb4culture, Angel Investor e partner IBM ed esperto di intelligenza artificiale, ha lanciato alcuni spunti per rinnovare i processi in modo “disruptive” all’interno del mondo della stampa, mettendo in risalto le caratteristiche dell’economia circolare, capace di coniugare esigenze ambientali e creazione di valore, e delle applicazioni avanzate dell’Intelligenza artificiale che fanno evolvere e non sostituiscono il fattore umano nella produzione, in prospettiva con la filiera completa.

Una monografia racconta la filiera cartaria protagonista della bioeconomia

La filiera della carta e del riciclo, che in questi ultimi mesi ha dimostrato la sua essenzialità come ecosistema industriale portante del sistema economico italiano, è raccontata nella monografia a cura di Mario Bonaccorso,La #carta protagonista della #bioeconomia” realizzata da Materia Rinnovabile (edizione Ambiente). Il lavoro presenta tutti i  punti di forza e le potenzialità di una industria sostenibile, circolare, innovativa, digitalizzata – grazie all’integrazione  Industry 4.0. – pronta per le sfide del Terzo Millennio.

La presentazione della monografia è avvenuta martedì 26 maggio nel corso del dibattito “BIOECONOMIA, CIRCOLARITA’ E INNOVAZIONE NELLA FILIERA CARTARIA” diffuso in diretta streaming sul sito di Materia Rinnovabile, moderato dal giornalista Sergio Ferraris, organizzato da Edizioni Ambiente con Comieco e Federazione Carta e Grafica,  tuttora visibile sulla pagina Facebook della rivista (cliccare qui).  

La filiera – rappresentata dalla Federazione Carta e Grafica – produce l’1,4% del PIL annuale con 150.000 addetti diretti a partire dal 57% di materia prima riciclata, con punte dell’ 80% nelle carte per imballaggio. Si inserisce in un ecosistema industriale che lavora in senso circolare, con una tempistica di circa due settimane a partire dalla raccolta differenziata alla re-immissione della carta da riciclare nel pulper di cartiera, al nuovo packaging pronto sullo scaffale.

Un sistema industriale, quello della produzione e del riciclo di carta, che investe in innovazione e 4.0 creando ricchezza e posti di lavoro. Se, infatti, allargassimo l’obiettivo dall’Italia all’Europa troveremmo una “forest-based-industry” che genera oltre 500 miliardi di Euro annui con il 20% della forza lavoro. Il tema della foresta – che nella mentalità comune risulta distante se non in contrapposizione  alla circolarità – è invece l’asse portante dell’ecosistema industriale della filiera della carta e del riciclo.

“La sfida della bioeconomia circolare – ha commentato il presidente della Federazione Carta e Grafica e di Assocarta, Girolamo Marchi -alla luce dei nuovi obiettivi europei della Green Recovery è anche quella di comunicare la foresta e la biodiversità come parte integrante della circolarità della filiera, che già nei fatti risulta integrata e circolare dai tempi in cui dal riciclo degli stracci si inizio’ ad utilizzare cellulosa per produrre carta”.