INDUSTRIA 4.0

La Federazione Carta e Grafica ha avviato,
in collaborazione con SDA Bocconi,
un percorso di indagine volto alla creazione
di vademecum pratici su come implementare
l’Industry 4.0 sia a livello macro,
all’interno di ciascun segmento produttivo della filiera,
che a livello micro, nelle singole aziende.
Consulta il Calendario dei workshop “Preparati al futuro”
con le tappe in cui sarà possibile approfondire
le specificità del settore Carta e Grafica.

AGGIORNAMENTI

Tutti i comunicati e gli aggiornamenti della Federazione.

BOOKCITY

Per il quarto anno consecutivo la Federazione Carta e Grafica
è partner di Bookcity Milano per sostenere un evento
che promuove la lettura quale bene pubblico primario
per la formazione umana di giovani e adulti e quindi
per lo sviluppo del nostro Paese,
dove solo il 40% delle persone con 6 e più anni di età
ha letto almeno un libro nei 12 mesi precedenti.

News, Eventi e Progetti

Il bonus lettura funziona. Il governo pensa di renderlo permanente

Il “bonus lettura”, la misura governativa rivolta ai giovani per incentivare i consumi culturali, nel primo triennio di applicazione ha esercitato un effetto benefico  in particolare per il settore dell’editoria e del libro. Segnali positivi giungono in questi giorni...

Chi siamo

AssograficiAssocarta e Acimga hanno costituito una Federazione tra le tre Associazioni Nazionali di Categoria con lo scopo di aumentare il livello di rappresentanza e di tutela di interessi nei confronti degli interlocutori istituzionali. Fanno parte della Federazione in qualità di Soci aggregati Comieco, il Consorzio Nazionale per il Riciclo di Carta e Cartone e l’Unione Industriali Grafici Cartotecnici Trasformatori Carta e Affini della provincia di Milano.

Eventi e Progetti

Il bonus lettura funziona. Il governo pensa di renderlo permanente

Il “bonus lettura”, la misura governativa rivolta ai giovani per incentivare i consumi culturali, nel primo triennio di applicazione ha esercitato un effetto benefico  in particolare per il settore dell’editoria e del libro. Segnali positivi giungono in questi giorni dal governo: ieri, rispondendo a una specifica interrogazione sul tema, il sottosegretario ai Beni culturali, on. Lorenza Bonaccorsi, ha confermato che il ministro Dario Franceschini ha inserito la richiesta di rendere permanente il bonus cultura tra le proposte del Mibac per la manovra di bilancio. Il bonus, come riferito dal sottosegretario in risposta a un’interrogazione rivolta dai deputati Gabriele Toccafondi e Michele Anzaldi al ministro della Cultura, è stato finora uno stimolo importante soprattutto per il settore dell’editoria e del libro (compresi i libri scolastici), con circa l’80% della spesa fatta per acquisto di libri. Rispetto a una platea di circa 500mila potenziali fruitori, il numero dei diciottenni che hanno usufruito del bonus è cresciuto costantemente, con circa 356mila nel 2016, saliti a 417mila nel 2017 e 430mila lo scorso anno.

In una nota (disponibile qui in allegato), la Federazione Carta e Grafica ha espresso la propria soddisfazione: “Le affermazioni del sottosegretario sono incoraggianti, Da parte della filiera della carta vi è pieno sostegno – ha affermato il presidente Girolamo Marchi -. I dati, confermati dal governo, indicano che nel primo triennio la misura è stata di stimolo per i consumi culturali e in particolare per il settore dell’editoria e del libro. E’ ciò di cui l’Italia ha bisogno, a fronte degli indici di lettura che vedono il nostro Paese indietro rispetto al resto della Ue, magari estendendolo ai giornali. Come più autorevolmente affermato dal Capo dello Stato, alcune settimane fa – ha concluso Marchi -, il ruolo della lettura e del libro nei processi di apprendimento e di formazione è fondamentale”.

La carta è campionessa di economia circolare. Reportage dal Miac di Lucca

Carta come sostenibilità ed efficienza energetica, economia circolare, competitività: sono alcune delle parole chiave che ben descrivono l’industria della carta e del cartone, che la scorsa settimana ha celebrato a Lucca il MIAC, appuntamento fieristico di riferimento del settore.

L’industria cartaria italiana si conferma al 4° posto europeo – dopo Germania, Svezia e Finlandia – con un primato nella produzione di carta tissue e il terzo posto nella produzione di carta per imballaggio. E nelle carte per imballaggio si colloca una percentuale di riciclo da record pari all’81,1%. Risultati lusinghieri per “un settore che ha saputo coniugare l’uso di materie prime rinnovabili con il riciclo dei propri prodotti a fine vita in una prospettiva di effettiva economia circolare”, come ha sottolineato Girolamo Marchi, che presiede Assocarta e la Federazione Carta e Grafica, ma che ha all’orizzonte una congiuntura complicata, “in un quadro condizionato dal calo del commercio globale che risente delle politiche protezionistiche e del clima di crescente incertezza geo-economica”.
Il punto sul settore è stato tracciato con efficacia da Maria Moroni in questo articolo su Metaprintart.info.

“L’insostituibile autorevolezza del leggere”. La Federazione@BookCity19

Anche quest’anno la Federazione Carta e Grafica è partner di Bookcity Milano BCM#19 con l’obiettivo di sostenere e promuovere la lettura quale bene pubblico primario per la formazione di giovani e adulti.

In particolare la Federazione è promotrice insieme a BookCity dell’evento sul tema “L’insostituibile autorevolezza del leggere. Si discuterà del ruolo sociale della filiera della cultura e dell’informazione, evidenziando  le criticità, le opportunità e gli sviluppi in  termini economici. L’evento è previsto venerdì 15 Novembre presso la Sala Viscontea del Castello Sforzesco.

Programma dell’evento, partecipanti e particolari nel comunicato qui allegato.